Gravi rischi per i malati nel piano regionale per la cronicità - Sanità - Notizie/News
License - Creative Commons
Creative Commons License
Il contenuto di questo sito, se non diversamente specificato, è pubblicato sotto una / The content of this site, if not otherwise stated, is published under a Licenza Creative Commons / Creative Commons License - Attribution - Share alike. CC doesn't necessarily apply to external content incorporated into the site, e.g. RSS feeds.
Login
Username:

Password:

Remember me



Lost Password?

Register now!
Themes

(5 themes)

Gravi rischi per i malati nel piano regionale per la cronicità

Posted by beppe on 2018/4/18 22:30:00 (80 reads) News by the same author Sanità
La giunta regionale piemontese, a guida PD, non cessa di attaccare i diritti dei malati.

La Regione Piemonte ha recentemente presentato il Piano per la cronicità (informazioni sul sito ufficiale http://www.regione.piemonte.it/sanita ... -per-le-malattie-croniche), che presenta gravi rischi per i diritti dei malati cronici.

Facciamo riferimento soprattutto all'Allegato B, le Linee di indirizzo regionali 2018-2019 (link nella pagina indicata sopra).

Il documento è scritto in modo fumoso e pieno di parole inglesi, che secondo la Giunta Regionale giovano molto alla salute dei malati cronici.

Ma il punto particolarmente critico si trova nel paragrafo 3.2 Integrazione socio-sanitaria, che riguarda servizi come strutture per lungodegenti, RSA e altri analoghi servizi. Qui si delinea una forte integrazione con i servizi sociali (sorvolando sul fatto che si sta trattando di malati, a curare i quali è tenuto il Servizio Sanitario Nazionale), fino ad affermare che è necessaria


l'attribuzione agli enti gestori dei servizi socio-assistenziali piemontesi di un ruolo attivo e diretto nella presa in carico dei pazienti cronici, specie di quelli caratterizzati da maggiore fragilità.


Questo in realtà significa che si intende trasferire tali persone (perché si tratta proprio di persone umane), pur riconoscendole come malati, dal settore sanitario - dove esistono diritti riconosciuti dalla Legge 833/1978 e dai LEA ed è pur sempre presente un certo livello di risorse - a quello socio-assistenziali, dove le risorse sono limitate e non esistono diritti esigibili (l'equivalente dei LEA) ma solo prestazioni discrezionali (interessi legittimi).

E questo evidente attacco ai diritti dei malati riguarda tutti i malati cronici, di qualsiasi età e tipologia, non solo anziani e disabili.

Le previsioni regionali, per ora (ma fino a quando?) non intaccano il diritto alle cure ospedaliere ed ambulatoriali o alle prestazioni diagnostiche, ma colpiscono specificamente le strutture che servono ai pazienti cronici più gravi, ed evidentemente in modo particolare quelli non autosufficienti.

Naturalmente poi nel prosieguo dello stesso paragrafo non manca neppure il riferimento al welfare di comunità, ossia alla strategia di scaricare sulla mitica "comunità" (in pratica sull'iniziativa privata) i servizi ai cittadini, ai quali viene quindi tolta ogni concreta garanzia.

Ancora una volta è dovere delle associazioni cercare di opporsi a questa tendenza, mettendo al primo posto le esigenze delle persone malate, che non possono essere soddisfatte se non attraverso un sistema di tutele giuridiche e di concreta organizzazione dei servizi pubblici.
Rating: 0.00 (0 votes) - Rate this News -
Printer Friendly Page Send this Story to a Friend Create a PDF from the article
Other articles
2018/11/9 21:46:17 - Alleanza per la tutela della non autosufficienza
2018/11/9 21:00:00 - Appello contro il Disegno di Legge della Giunta Regionale sul fondo socio-sanitario (AGGIORNAMENTO A NOVEMBRE 2018)
2018/7/25 21:20:00 - Gravi difetti nel sito della Regione Piemonte sulla disabilità
2018/4/27 22:29:32 - Apre ad Acqui l'Alzheimer Cafè: è davvero una buona notizia?
2018/4/18 22:30:00 - Gravi rischi per i malati nel piano regionale per la cronicità
2018/4/13 21:40:00 - Gravi intimidazioni verso chi difende i diritti dei malati
2018/4/11 21:14:31 - Omicidio di una anziana malata di Alzheimer e suicidio del suo compagno
2017/11/12 22:00:00 - Buona e cattiva informazione sul "dopo di noi"
2017/9/14 21:21:28 - Prima riunione sulle barriere architettoniche
2017/6/2 22:51:13 - Ricorso contro i Nuovi LEA!
2017/5/21 18:00:00 - Due sentenze a difesa dei diritti dei disabili
2017/5/19 15:18:08 - Anche il GVA aderisce alla piattaforma di Libera Acqui Terme
2017/2/27 21:40:00 - Convegno sul "dopo di noi"- Torino, 23 marzo 2017
2017/1/5 21:20:00 - AGGIORNATO - Lettera al Comune di Acqui sulle barriere architettoniche
2016/12/28 21:50:00 - Sulla delibera del comune di Acqui "Un aiuto nel rispetto della dignità tricolore"
2016/11/27 21:10:26 - Coordinamento interregionale per il diritto alle cure sanitarie e socio-sanitarie degli anziani malati cronici non autosufficienti e delle persone con demenza senile
2016/11/17 21:10:00 - AGGIORNATO - Gravi problemi nelle comunicazioni dell'Unità Valutativa Geriatrica
2016/11/2 22:21:25 - Lettera a Chiamparino sui malati/disabili non autosufficienti
2016/8/15 21:30:00 - AGGIORNATO - Perché la legge sul "dopo di noi" è un imbroglio
2016/8/3 21:11:55 - Dichiarazione di Cittadinanzattiva sui Nuovi LEA
2016/7/28 21:40:00 - Quesiti all'ASL sui centri diurni per disabili
2016/7/24 22:10:00 - Lettera a Governo e Parlamento sui Nuovi Lea
2016/6/24 21:50:00 - Gravi difetti della Delibera della Giunta Regionale sulle RSA a domicilio
2016/6/15 22:29:21 - Appello al Presidente del Consiglio
2016/5/31 22:06:15 - Commenti sul seminario Alzheimer del 26 maggio
2016/5/31 21:21:27 - Richiesta di informazioni all'ASL sui centri diurni per disabili
2016/3/24 21:41:08 - Un'altra cattiva proposta di legge
2016/3/11 21:00:00 - AGGIORNATO - Problemi con l'accesso all'Unità Valutativa Geriatrica nell'ASL AL?
2016/2/5 22:10:00 - Convegno su disabilità intellettiva e autismo, Torino 4 marzo 2016
2015/12/20 16:07:04 - Nuova pericolosa sentenza del Consiglio di Stato
Bookmark this article at these sites
Bookmark to Blinklist Bookmark to del.icio.us Bookmark to Digg Bookmark to Fark Bookmark to Furl Bookmark to Newsvine Bookmark to Reddit Bookmark to Simpy Bookmark to Spurl Bookmark to Yahoo Bookmark to Balatarin Bookmark to Faceboom Bookmark to Twitter Bookmark to Scripstyle Bookmark to Stumble Bookmark to Technorati Bookmark to Mixx Bookmark to Myspace Bookmark to Designfloat Bookmark to Google Plus Bookmark to Google Reader Bookmark to Google Bookmarks
FREE SOFTWARE

WE SUPPORT FREE SOFTWARE. THIS SITE IS FULLY BASED UPON FREE SOFTWARE (Linux, PHP, MySQL, Xoops and so on)

Counter since march 7th, 2008
Today : 11
Yesterday : 12
Total : 108553
Average : 28