Convegno su disabilità intellettiva e autismo, Torino 4 marzo 2016 - Sanità - Notizie/News
License - Creative Commons
Creative Commons License
Il contenuto di questo sito, se non diversamente specificato, è pubblicato sotto una / The content of this site, if not otherwise stated, is published under a Licenza Creative Commons / Creative Commons License - Attribution - Share alike. CC doesn't necessarily apply to external content incorporated into the site, e.g. RSS feeds.
Login
Username:

Password:

Remember me



Lost Password?

Register now!
Themes

(5 themes)
Sanità : Convegno su disabilità intellettiva e autismo, Torino 4 marzo 2016
Posted by admin on 2016/2/5 22:10:00 (120 reads) News by the same author

Convegno su:

PERSONE CON DISABILITA’ INTELLETTIVA E/O AUTISMO
con limitata o nulla autonomia
IL DURANTE E DOPO DI NOI È GIÀ UN DIRITTO ESIGIBILE


Torino, 4 marzo 2016

A Torino, il prossimo 4 marzo, si terrà un convegno sul tema

PERSONE CON DISABILITA’ INTELLETTIVA E/O AUTISMO
con limitata o nulla autonomia
IL DURANTE E DOPO DI NOI È GIÀ UN DIRITTO ESIGIBILE


organizzato dalla Fondazione Promozione Sociale e promosso dalle ssociazioni - tra le quali anche il GVA - che mesi fa avevano sottoscritto un documento col quale si sollecitava la Regione a riconoscere adeguatamente anche i diritti dei pazienti autistici, che sul piano giuridico sono già tutelati dalle norme in materia di sanità, senza bisogno della strombazzata legge sull'autismo, le cui previsioni valgono nel limite delle risorse disponibili e quindi non sono diritti esigibili.

Il programma del convegno si può leggere qui e qui.

Il convegno è interessante anche perché molto di quello che si dirà si applica anche ai malati cronici non autosufficienti, e perché dovrebbe permettere di capire meglio quali siano le possibilità effettive di difesa dei diritti di disabili e malati dopo le recenti sentenze 604 e 5538 del Consiglio di Stato.

Di seguito il testo descrittivo delle finalità del convegno tratto dalla versione estesa del programma (linkata anche sopra nel secondo link):


Il convegno affronta il tema della disabilità e dell’autismo, con riferimento alle persone con limitata o nulla autonomia, non avviabili quindi in attività lavorative produttive. Il proposito è di rassicurare le famiglie: il dopo di noi è un falso problema perché, come confermeranno le relazioni, lo Stato garantisce già prestazioni
esigibili, purché siano richieste in modo appropriato. Certamente è necessario che ciascuno si impegni come singolo e come associazione perché siano programmate per tempo dalle istituzioni (Asl/comuni) le strutture diurne e residenziali quali le comunità alloggio di tipo familiare, che non devono però riproporre l’emarginazione di piccoli istituti, ma garantire progetti educativi/abilitativi individuali in base alle autonomie dei singoli utenti. E’ sicuramente necessaria una deliberazione quadro per recepire i nuovi bisogni e flessibilità
soprattutto negli standard edilizi, ma alla Regione si chiede di consolidare ed estendere le esperienze e i modelli positivi di gestione realizzati nel territorio piemontese con il contributo di associazioni, gestori pubblici e privati. Tenuto conto che ci troviamo in presenza di persone che hanno una evidente perdita di salute, come previsto dalle norme sui Lea chiediamo la piena titolarità del Servizio sanitario regionale, che deve assicurare il mantenimento dei livelli di autonomia, anche minimi, di ogni singola persona, che ha diritto alla definizione di un suo personale e specifico progetto di cura e assistenza calcolato sul suo reale bisogno e su quello del suo nucleo familiare. In primo luogo, infatti, si chiede il sostegno – anche economico – dei
familiari che assumono volontariamente il gravoso onere di accudire persone con disabilità grave o autismo con limitata o nulla autonomia, affinché sia assicurata il più a lungo possibile la permanenza di queste persone al domicilio. Per questo i centri diurni assumono una rilevanza notevole e devono essere assicurati in base alle esigenze del nucleo familiare e la retta a carico del servizio sanitario nazionale deve essere onnicomprensiva, compreso i costi per la mensa e il trasporto, per i quali l’interessato comparteciperà solo se ha risorse superiori al minimo vitale.


Rating: 0.00 (0 votes) - Rate this News -
Printer Friendly Page Send this Story to a Friend Create a PDF from the article
Other articles
2017/1/5 21:20:00 - AGGIORNATO - Lettera al Comune di Acqui sulle barriere architettoniche
2016/12/28 21:50:00 - Sulla delibera del comune di Acqui "Un aiuto nel rispetto della dignità tricolore"
2016/11/27 21:10:26 - Coordinamento interregionale per il diritto alle cure sanitarie e socio-sanitarie degli anziani malati cronici non autosufficienti e delle persone con demenza senile
2016/11/17 21:10:00 - AGGIORNATO - Gravi problemi nelle comunicazioni dell'Unità Valutativa Geriatrica
2016/11/2 22:21:25 - Lettera a Chiamparino sui malati/disabili non autosufficienti
2016/8/15 21:30:00 - AGGIORNATO - Perché la legge sul "dopo di noi" è un imbroglio
2016/8/3 21:11:55 - Dichiarazione di Cittadinanzattiva sui Nuovi LEA
2016/7/28 21:40:00 - Quesiti all'ASL sui centri diurni per disabili
2016/7/24 22:10:00 - Lettera a Governo e Parlamento sui Nuovi Lea
2016/6/24 21:50:00 - Gravi difetti della Delibera della Giunta Regionale sulle RSA a domicilio
2016/6/15 22:29:21 - Appello al Presidente del Consiglio
2016/5/31 22:06:15 - Commenti sul seminario Alzheimer del 26 maggio
2016/5/31 21:21:27 - Richiesta di informazioni all'ASL sui centri diurni per disabili
2016/3/24 21:41:08 - Un'altra cattiva proposta di legge
2016/3/11 21:00:00 - AGGIORNATO - Problemi con l'accesso all'Unità Valutativa Geriatrica nell'ASL AL?
2016/2/5 22:10:00 - Convegno su disabilità intellettiva e autismo, Torino 4 marzo 2016
2015/12/20 16:07:04 - Nuova pericolosa sentenza del Consiglio di Stato
2015/12/2 22:00:00 - Un sito bello e originale ma ...
2015/9/30 22:10:00 - Iniziativa FISH: Racconta la tua storia
2015/8/25 22:01:28 - Negativa la nuova legge sull'autismo
2015/8/25 21:42:00 - Ricorso contro la Delibera della Giunta Regionale del Piemonte n. 18-1326/2015
2015/8/25 21:16:21 - Le note sono sette, Acqui Terme 30.8.2015 ore 19,30
2015/7/13 21:35:46 - No al Patto per il sociale della Regione Piemonte
2015/7/7 23:23:28 - Costituto ad Acqui il Gruppo Associazioni di Volontariato (GAV)
2015/5/28 21:40:00 - Appello per il ritiro della DGR 18-1326/2015 in materia di assistenza ai non autosufficienti
2015/4/22 22:30:00 - Gravissimo: la Regione ricorre al Consiglio di Stato!
2015/4/13 22:00:00 - Lettera dell'ANCI agli assessori della Regione Piemonte sulle cure domiciliari
2015/3/22 22:20:00 - Pericolosa sentenza del Consiglio di Stato
2015/3/11 21:40:00 - Parzialmente cancellato il nuovo ISEE
2015/2/9 22:00:00 - Il TAR accoglie il ricorso delle associazioni contro le delibere regionali sulle cure domiciliari
Bookmark this article at these sites
Bookmark to Blinklist Bookmark to del.icio.us Bookmark to Digg Bookmark to Fark Bookmark to Furl Bookmark to Newsvine Bookmark to Reddit Bookmark to Simpy Bookmark to Spurl Bookmark to Yahoo Bookmark to Balatarin Bookmark to Faceboom Bookmark to Twitter Bookmark to Scripstyle Bookmark to Stumble Bookmark to Technorati Bookmark to Mixx Bookmark to Myspace Bookmark to Designfloat Bookmark to Google Plus Bookmark to Google Reader Bookmark to Google Bookmarks
FREE SOFTWARE

WE SUPPORT FREE SOFTWARE. THIS SITE IS FULLY BASED UPON FREE SOFTWARE (Linux, PHP, MySQL, Xoops and so on)

Counter since march 7th, 2008
Today : 9
Yesterday : 16
Total : 96717
Average : 30