Le rette alla RSA Mons. Capra di Acqui (aggiornamento al 10 luglio) - Assistenza - Notizie/News
License - Creative Commons
Creative Commons License
Il contenuto di questo sito, se non diversamente specificato, è pubblicato sotto una / The content of this site, if not otherwise stated, is published under a Licenza Creative Commons / Creative Commons License - Attribution - Share alike. CC doesn't necessarily apply to external content incorporated into the site, e.g. RSS feeds.
Login
Username:

Password:

Remember me



Lost Password?

Register now!
Themes

(5 themes)

Le rette alla RSA Mons. Capra di Acqui (aggiornamento al 10 luglio)

Posted by beppe on 2009/7/11 17:50:00 (1123 reads) News by the same author Assistenza
Sul numero del 17 maggio 2009 del settimanale L'Ancora ci sono notizie preoccupanti sulle rette della RSA Mons. Capra (vecchio ospedale) di Acqui, che viene gestita da una cooperativa per conto dell'ASL.



Secondo quanto riportato sul settimnale, sarebbe stato deciso un aumento della retta che ammonterebbe a 250,00 euro al mese, e che sarebbe stato comunicato agli interessati con due anni di ritardo (ci? ora mentre era stato deciso nel 2007) e accompagnato dalla richiesta degli arretrati per tutto questo periodo.

L'argomento ? per noi di grande interesse perch? riguarda la tutela dei non autosufficienti, che non pu? che essere uno degli obiettivi primari per una associazione come la nostra.

Se quanto riferito dal settimanale fosse reale, si
tratterebbe di una decisione tale da compromettere i diritti degli assistiti, sia per l'entit? dell'aumento, sia per le modalit? con cui sarebbe stato richiesto. Questo tanto pi? che, secondo la normativa vigente, che confidiamo venga applicata per le RSA che si trovano nell'ASL 22, le contribuzioni richieste devono essere calcolate con riferimento alla situazione economica dell'assistito e non anche dei parenti (si veda in particolare la Deliebrazione della Giunta Regionale 23 luglio 2007, n. 37-6500).

Abbiamo subito provveduto ad inviare un email all'ASL per chiedere informazioni, speriamo di farvi sapere di pi? quanto prima.

------------------------------------

Dopo pochi minuti dalla nostra richiesta di informazioni ci ? arrivata una cortese risposta del dott. Gianfranco Ghiazza, direttore sanitario dell'ASL, che certamente non ci aspettavamo cos? presto.

Il dott. Ghiazza ci informa che l'adeguamento delle rette ? conforme a quanto avvenuto in tutta la provincia in base alla normativa regionale di applicazione dei Livelli Essenziali di Assistenza (LEA), e che l'aumento ? elevato perch? in precedenza in questa RSA a due aumenti della retta sanitaria non era stata adeguata la quota alberghiera. Conferma quindi che l'aumento della retta ? corretto, mentre concorda sull'inopportunit? di richiedere gli arretrati per un periodo di tempo cos? lungo.

Oltre a questo, il dott. Ghiazza conferma che l'intervento del consorzio socioassistenziale sulla quota alberghiera viene calcolato con riferimento al reddito del solo assistito.

Infine, invita il GVA a partecipare ad una prossima assemblea con i parenti dei ricoverati.

Sul contenuto della comunicazione ci riserviamo di esprimere la nostra opinione dopo che lo avremo meglio esaminato, in modo da non dare giudizi avventati, ma per ora non possiamo che complimentarci con il dott. Ghiazza per la rapidit? e la cortesia nel rispondere, e non in modo generico ma entrando puntualmente nel merito della richiesta: tanta attenzione e disponibilit? non sempre si riscontrano.

-------------

Marted? 19 maggio si ? poi tenuta la prevista riunione, alla quale hanno partecipato due nostri rappresentanti. La posizione dell'ASL ? risultata la stessa che ci aveva anticipato il dott. Ghiazza: gli arretrati non verranno chiesti, ma la richiesta di aumento in s? ? corretta e corrisponde ad un adeguamento alle rette gi? praticate nelle altre RSA. Ci sono stati dissensi tra gli interessati, ed ? stata sollevata la questione dell'intervento dei servizi sociali. La riunione si ? conclusa senza un esito definitivo, per cui sono stati preannunciati altri incontri per approfondire l'argomento.

La nostra posizione ? molto semplice: nessuno deve essere essere escluso dall'assistenza perch? non pu? permettersi di pagare, quindi se c'? chi non pu? pi? permettersi di pagare la retta deve essere garantito l'intervento dei servizi sociali.

--------

Il numero del 12 luglio (uscito come di consueto il venerd? prima) del settimanale L'Ancora ha pubblicato un articolo piuttosto preoccupante: il Comitato spontaneo dei parenti degli assistiti del Mons. Capra, che si era nel frattempo costituito (l'articolo non precisa quanti parenti vi abbiamo aderito, ma dalla lettura parrebbe che siano tutti o quasi) ha deciso di adire alle vie legali perch?, viene riferito, sarebbero poi stati richiesti gli arretrati, quando invece, dopo la riunione del 19 maggio, sembrava scontato che l'ASL avrebbe rinunciato alla richiesta.

La cosa ? veramente stupefacente, e ci chiediamo se sia frutto di qualche equivoco, disguido, cambiamento di strategia da parte dell'ASL o di che cosa altro.

Il Comitato contesta anche la legittimit? dell'aumento in s?: su questo punto al momento non abbiamo elementi per esprimere una nostra opinione, ma ci limitiamo ad osservare che l'essenziale per noi ? che nessuno sia escluso dai servizi per le sue condizioni economiche, per cui se qualcuno non ? in grando di pagare la retta dopo l'aumento ? indispensabile che intervengano i servizi sociali per garantirgli l'assistenza. A queste condizioni, un aumento delle rette per coloro che hanno maggiori disponibilit? economiche, purch? rigorosamente commisurato alle disponibilit? effettive, in linea di principio pu? essere accettabile (fatto salvo il giudizio sulla legittimit? della decisione in questo caso particolare).

Ci limitiamo ad osservare che, in base alle nostre attuali, conoscenze, non troviamo chiaro perch? all'aumento della quota assistenziale debba corrispondere anche un aumento della quota alberghiera.

Il dott. Ghiazza, Direttore Sanitario dell'ASL AL, ci ha poi cortesemente comunicato che il collegio sindacale (cio? i revisori dei conti) dell'ASL ha imposto il recupero almeno di una quota di arretrati e che si ? costituito un gruppo di lavoro, composto da personale ASL e da parenti dei degenti che sta definendo un'azione comune per riuscire a superare il problema.
Rating: 0.00 (0 votes) - Rate this News -
Printer Friendly Page Send this Story to a Friend Create a PDF from the article
Other articles
2020/3/5 21:50:00 - Inquietanti intenzioni regionali sugli assegni di cura
2019/10/2 21:10:00 - Piattaforma del CSA alla Regione Piemonte
2018/11/9 21:46:17 - Alleanza per la tutela della non autosufficienza
2018/11/9 21:00:00 - Appello contro il Disegno di Legge della Giunta Regionale sul fondo socio-sanitario (AGGIORNAMENTO A NOVEMBRE 2018)
2018/7/25 21:20:00 - Gravi difetti nel sito della Regione Piemonte sulla disabilità
2018/4/27 22:29:32 - Apre ad Acqui l'Alzheimer Cafè: è davvero una buona notizia?
2018/4/18 22:30:00 - Gravi rischi per i malati nel piano regionale per la cronicità
2018/4/13 21:40:00 - Gravi intimidazioni verso chi difende i diritti dei malati
2018/4/11 21:14:31 - Omicidio di una anziana malata di Alzheimer e suicidio del suo compagno
2017/11/12 22:00:00 - Buona e cattiva informazione sul "dopo di noi"
2017/9/14 21:21:28 - Prima riunione sulle barriere architettoniche
2017/6/2 22:51:13 - Ricorso contro i Nuovi LEA!
2017/5/21 18:00:00 - Due sentenze a difesa dei diritti dei disabili
2017/5/19 15:18:08 - Anche il GVA aderisce alla piattaforma di Libera Acqui Terme
2017/2/27 21:40:00 - Convegno sul "dopo di noi"- Torino, 23 marzo 2017
2017/1/5 21:20:00 - AGGIORNATO - Lettera al Comune di Acqui sulle barriere architettoniche
2016/12/28 21:50:00 - Sulla delibera del comune di Acqui "Un aiuto nel rispetto della dignità tricolore"
2016/11/27 21:10:26 - Coordinamento interregionale per il diritto alle cure sanitarie e socio-sanitarie degli anziani malati cronici non autosufficienti e delle persone con demenza senile
2016/11/17 21:10:00 - AGGIORNATO - Gravi problemi nelle comunicazioni dell'Unità Valutativa Geriatrica
2016/11/2 22:21:25 - Lettera a Chiamparino sui malati/disabili non autosufficienti
2016/8/15 21:30:00 - AGGIORNATO - Perché la legge sul "dopo di noi" è un imbroglio
2016/8/3 21:11:55 - Dichiarazione di Cittadinanzattiva sui Nuovi LEA
2016/7/28 21:40:00 - Quesiti all'ASL sui centri diurni per disabili
2016/7/24 22:10:00 - Lettera a Governo e Parlamento sui Nuovi Lea
2016/6/24 21:50:00 - Gravi difetti della Delibera della Giunta Regionale sulle RSA a domicilio
2016/6/15 22:29:21 - Appello al Presidente del Consiglio
2016/5/31 22:06:15 - Commenti sul seminario Alzheimer del 26 maggio
2016/5/31 21:21:27 - Richiesta di informazioni all'ASL sui centri diurni per disabili
2016/3/24 21:41:08 - Un'altra cattiva proposta di legge
2016/3/11 21:00:00 - AGGIORNATO - Problemi con l'accesso all'Unità Valutativa Geriatrica nell'ASL AL?
Bookmark this article at these sites
Bookmark to Blinklist Bookmark to del.icio.us Bookmark to Digg Bookmark to Fark Bookmark to Furl Bookmark to Newsvine Bookmark to Reddit Bookmark to Simpy Bookmark to Spurl Bookmark to Yahoo Bookmark to Balatarin Bookmark to Faceboom Bookmark to Twitter Bookmark to Scripstyle Bookmark to Stumble Bookmark to Technorati Bookmark to Mixx Bookmark to Myspace Bookmark to Designfloat Bookmark to Google Plus Bookmark to Google Reader Bookmark to Google Bookmarks
FREE SOFTWARE

WE SUPPORT FREE SOFTWARE. THIS SITE IS FULLY BASED UPON FREE SOFTWARE (Linux, PHP, MySQL, Xoops and so on)

Counter since march 7th, 2008
Today : 23
Yesterday : 37
Total : 142102
Average : 31